Non è ancora concluso il caso del servizio sulla manifestazione dei nostalgici a Predappio andato in onda sul Tgr Rai dell’Emilia Romagna e che ha portato, dopo le polemiche, alle dimissioni del caporedattore Antonio Farnè. Il video infatti è andato in onda anche – una sola volta – su Rainews24. Per questo motivo l’ad Rai Fabrizio Salini ha chiesto una relazione anche al direttore del canale all news Antonio Di Bella chiedendogli di chiarire l’accaduto. La rappresentanza sindacale (cdr) dei giornalisti di Rainews24 ha fatto sapere che “l’errore – dovuto a svista e non certo a una scelta editoriale – è stato tempestivamente segnalato dal cdr alla direzione. Il direttore ha ribadito al cdr il profilo antifascista della testata”.

Dal canto suo il presidente Rai Marcello Foa, a margine di un incontro al Festival della Tv a Dogliani, ha affermato che sulla commemorazione del Duce mandata in video senza contestualizzazione e senza contraddittorio “c’è stato un eccesso di copertura, troppo spazio, una sproporzione. C’è stato un errore”. Vero che “è un evento ricorrente ogni anno che, in un’ottica regionale, va coperto giornalisticamente”, ma “su un giornale vale 30-40 righe, in un telegiornale locale un servizio da 10-20 secondi. È una notizia piccola ma è una notizia. In questo caso c’è stato un eccesso di copertura”. Il servizio infatti dura 120 secondi e dà voce a chi definisce Mussolini “il più grande uomo storico” e un “personaggio che ha fatto la storia”. Gli intervistati si definiscono “fedeli” e vengono passate le immagini del rito del “presente” con saluto romano. Uno dei partecipanti parla di “democrazia che si divide in due teste: quella anarchica che ha portato dissoluzione, quella organica che porta ordine e disciplina. E noi rivogliamo quella”.

“Rainews24 è un canale dove vengono anche messi in onda servizi già passati e approvati dalle line della TGR”, ricorda il cdr di Rainews24. “Nel caso specifico, il servizio su Predappio non è stato richiesto dalla Line della cronaca, ma inviato dalla sede, così come avviene in tanti altri casi. Il servizio è stato peraltro lanciato in maniera critica e contestualizzata, e riteniamo che solo il lancio debba essere considerato come il prodotto del canale”. Il Cdr di Rainews24 sottolinea che “la mole del lavoro in un canale All News può comportare una svista di questo tipo. Inoltre, il servizio è andato in onda nella sua prima versione, mentre la ribattuta è stata rifiutata dalla Line della cronaca che ha scoraggiato il collega dall’inviarla in redazione”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rai, servizio Tgr su commemorazione a Predappio senza contraddittorio: si è dimesso caporedattore Emilia-Romagna

prev
Articolo Successivo

Sul Fatto del 6 maggio – L’inchiesta: SkyWay, cosa c’è dietro la promessa di “ricchezza facile”. Il dossier: Terrapiattisti

next