Tensioni al corteo del Primo Maggio a Torino, dove la polizia ha bloccato, con una carica e manganellate, un gruppo di No Tav che da piazza Vittorio stava cercando di raggiungere la testa del corteo passando dai portici di via Po. C’è stato qualche spintone, e il movimento No Tav ha gridato “vergogna, fuori la Digos dal corteo”. Episodio distinto da quello registrato sempre a Torino, che ha visto invece protagonisti attivisti NoTav e militanti Pd.

Sulla pagina Facebook NoTavInfo l’episodio viene commentato così: “A pochi metri del punto di arrivo la polizia ha iniziato a manganellare i notav presenti al primo maggio perché si stava svolgendo il comizio sindacale e non volevano fischi. Hanno spaccato il vetro del furgone, tirato giù i microfoni e calpestato i cartelli. Due ragazze sono finite all’ospedale. E poi i violenti siamo noi. Non chiamatela carica, non chiamateli scontri guardate il video e che tutti chiamino le cose col loro nome: un’aggressione a freddo contro i notav”.

(Video Facebook NoTavinfo Notav)
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terremoto L’Aquila, la città torna a vivere con i cantieri e i musei alla memoria

prev
Articolo Successivo

Berlusconi ricoverato al San Raffaele, il medico Zangrillo: “Le condizioni sono ottimali. Presto dimesso”

next