“L’auto-sospensione non esiste, poi se il tema è che Siri se, risulterà prosciolto da quest’inchiesta, vuole tornare io sarò il primo a volerlo. Ma la fattispecie di auto-sospensione non esiste, quindi evitiamo di prenderci in giro e non ho mai sentito Conte nominarla”. Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio in conferenza stampa all’ambasciata italiana in Polonia. Armando Siri, se si dimetterà, “continuerà a fare il senatore, e lasciamo libero il suo posto” al governo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Di Maio: “Temi che ho lanciato sono nel contratto di governo. Se il Pd vuole votarle… ha l’occasione di redimersi”

next
Articolo Successivo

Salvini: “Grazie siciliani, voglia di cambiamento”. Stoccata a M5s e su Siri: “Non sono da Paese civile processi sui giornali”

next