“Ieri ho parlato con Siri, gli ho detto che partivo per la Cina e non potevamo vederci. Mi sono scusato, perché c’è anche l’aspetto umano, una persona che attende di incontrare il suo presidente e gli deve spiegazioni che il presidente vuole ricevere”. A dirlo, a Pechino, Giuseppe Conte, che ha aggiunto: “C’è una dimensione umana che non trascurerei, ma quando riassumerò la posizione del governo prevarrà la razionalità”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europee, il Pd presenta i candidati tra conferme e novità: “Trenta giorni per smontare demagogia neonazionalista”

next
Articolo Successivo

Sicilia, Salvini a Toninelli: “Non è possibile, stesse strade da 70 anni”. Su migranti: “Io processato? Ne sarò orgoglioso”

next