Nuova esplosione in un furgone vicino ad una chiesa a Colombo, capitale dello Sri Lanka, mentre gli artificieri stavano disinnescando l’ordigno. La polizia ha inoltre trovato 87 detonatori vicino la principale stazione di autobus di Colombo. Dietro gli attacchi di Pasqua, ha riferito il governo, c’è un gruppo jihadista locale, il National Thowheed Jamath. Il governo ha anche ammesso grosse falle nella sua intelligence. L’attacco, che ha visto in azione 7 kamikaze, è avvenuto con l’aiuto di una rete internazionale. E’ intanto salito a 290 morti il bilancio delle vittime. Hanno perso la vita tre dei quattro figli del patron danese di Asos. Le autorità hanno annunciato un nuovo coprifuoco dalle 20 locali. “Tutti condannino questi atti disumani”, ha detto Papa Francesco

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ucraina, il presidente Zelinsky e l’Italia: il ‘filo rosso’ con la fallimentare avventura del basket a Cantù e l’oligarca Kolomoisky

prev
Articolo Successivo

Forte terremoto nelle Filippine, la scossa fa oscillare i grattacieli. E dai tetti casca l’acqua delle piscine

next