“Non c’è problema a inserire la flat tax nel Def, ma a patto che serva a ridurre le tasse del ceto medio, se deve servire per favorire i più ricchi allora no. Ci deve essere una minima progressività”. Lo ha affermato il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ospite di Fabio Fazio a Che Tempo che fa su Rai1, dopo la richiesta di Matteo Salvini di rispettare il contratto di governo.

Video Rai

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Di Maio a Che tempo che fa: “Gilet gialli? No, non li incontrerei più. Sono violenti”. E Fazio: “Si vedeva…”

prev
Articolo Successivo

Flat tax, Salvini: “Non esiste che sia progressiva, è unica e piatta”. Di Maio: “Sarà nel Def, con coefficiente familiare”

next