Un incendio nella notte ha distrutto il box che ospitava le MotoE, le moto elettriche che da quest’anno gareggiano nel Motomondiale. È successo intorno alle 00.15 nel paddock del circuito di Jerez de la Frontera, in Spagna. Tutte le 18 moto Energica Ego che si trovavano nell’area sono andate letteralmente in fumo. Nessun ferito.

Proprio sul tracciato andaluso dovrebbe partire il nuovo campionato il 5 maggio, in concomitanza con il Gp di Spagna del Motomondiale. Il circuito di Jerez sta ospitando i primi test pre-stagionali della MotoE. Cancellate le sessioni in programma per giovedì e venerdì, ma a questo punto è a rischio lo stesso inizio del campionato. Non si conoscono, per ora, le cause dell’incendio.

La Dorna, società organizzatrice del campionato, fa sapere che non si correrà a Jerez per quest’anno, ma “il campionato si farà”. Il calendario, tuttavia, sarà rivisto. “È in corso un’indagine per determinare la causa esatta dell’incendio, i cui risultati saranno resi pubblici non appena conclusa”, fa sapere la Dorna.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp, vittoria di Dovizioso congelata. Ricorso per presunte irregolarità sulla Ducati: deciderà la corte d’appello

prev
Articolo Successivo

MotoGp, ad Austin vince Rins su Suzuki davanti a Valentino Rossi: Marquez fuori. Dovizioso in testa al Mondiale

next