“Vorrei stringere la mano al capitano a nome di tutti gli italiani”. Queste le parole di un bambino che si è presentato, in divisa da poliziotto, davanti al leader della Lega Matteo Salvini. E’ successo a Potenza, nel pomeriggio del 7 marzo, durante un comizio in vista delle elezioni regionali del prossimo 24 marzo. Il bambino, figlio di un candidato leghista, ha pronunciato un lungo elogio al ministro dell’Interno. Lo stesso Salvini ha tentato di superare l’imbarazzo del momento tagliando corto: “Dov’è il babbo? dov’è la mamma? Non vorrei che si pensasse a un sequestro, già mi accusano di quello per il caso Diciotti”.