Era in uno studio medico per sottoporsi a una liposuzione, quando è collassata ancor prima che l’intervento iniziasse. Una donna brianzola di 39 anni è ricoverata in condizioni molto gravi nel reparto di Neurorianimazione all’ospedale San Gerardo di Monza.

All’arrivo dei soccorritori del 118, intervenuti intorno alle 16 di ieri martedì 5 marzo, la donna era in arresto cardiaco. “Il quadro attuale di coma post-anossico – si legge nel bollettino diffuso dall’ospedale – è estremamente grave e la prognosi è riservata”. Le cause che hanno portato la paziente in arresto cardiaco rimangono da determinare, precisano i clinici.

Alla donna – secondo quanto emerso – era già stata praticata l’anestesia all’interno dello studio del dottor Maurizio Cananzi, titolare dell’omonimo studio di medicina estetica a Seregno, a cui la 39enne si era rivolta per un’intervento ai glutei. Il medico è indagato per lesioni colpose gravissime e i carabinieri hanno sequestrato l’attrezzatura dello studio. Sul caso indagano anche gli uomini del Nucleo antisofisticazione e sanità dell’Arma.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Baby gang a Milano, 9 arresti e 5 fermi per rapine e lesioni. Il gip: “Grande pericolosità sociale, violenza da branco”

next
Articolo Successivo

San Ferdinando, al via sgombero della tendopoli. Usb: “Operazione sproporzionata e irreale, non risolve problemi”

next