Botta e risposta a L’Aria che Tira (La7) tra l’europarlamentare del Pd, Pina Picierno, e Peter Gomez, direttore de ilfattoquotidiano.it e di FQ Millennium. Il tema del dibattito è il Tav, sul quale precedentemente, in una intervista telefonica nella trasmissione, è intervenuto il professor Marco Ponti, coordinatore della commissione che ha redatto l’analisi costi benefici sul Tav Torino-Lione.
“Non ho capito niente di quello che ha detto Ponti – commenta, ridendo, Picierno -. Mi sembrava di sentire il conte Mascetti 2.0. Meraviglioso. Al di là delle motivazioni abbastanza confuse del professor Ponti, tutti i giornali stamattina danno conto di una nuova analisi costi-benefici. E tutti i commentatori notano questo fatto curioso in merito a un’analisi che dovrebbe essere tecnica, ma che, in realtà, è farlocca. Noi lo abbiamo denunciato fin dall’inizio. E’ un po’ curioso che l’analisi costi-benefici cambi a seconda della volontà politica che denuncia il committente”.

Gomez osserva: “Io quello che so è che sul Tav la scelta è ovviamente politica. Ricordo che il professor Ponti è uno dei maggiori esperti mondiali in materia. Giustamente Pina Picierno è libera di definire “farlocca” l’analisi costi-benefici, però da una europarlamentare mi aspetto che spieghi adesso perché quell’analisi è farlocca: su quali punti, su quali numeri, su quali aspetti. Altrimenti siamo di fronte a un insulto”.

“Non sono solo io ad averla definita ‘farlocca’” – replica Picierno – “Sono in buona compagnia”.

Gomez continua: “Da osservatore, in questi giorni ho visto qualcosa di sconvolgente. Su due o tre quotidiani sono stati pubblicati i dati di una contro-analisi con cifre tutte diverse, quando poi si va a scoprire che nel documento della contro-analisi quelle cifre non c’erano. Sta succedendo qualcosa di strano nell’informazione italiana“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Marattin: “Reddito inclusione? Introdotto nel 2018 per stock di poveri del 2017”. Formigli: “Brutta espressione”

prev
Articolo Successivo

Lorella Cuccarini, gaffe dalla Gruber: “In Italia non votavamo da 10 anni”. Battibecco con Giannini su razzismo nel Paese

next