“Mi rallegra vedere che finalmente ci sono leggi fatte dai Cinque Stelle che non fanno più scappare i corrotti dal carcere. Da oggi chi si intasca soldi pubblici, con lo Spazzacorrotti, ha poco da stare allegro”. Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Stefano Buffagni, commenta la condanna definitiva di Roberto Formigoni, ora in carcere a Bollate. E sul voto per il caso Diciotti-Salvini: “Non abbiamo detto no a procedere su niente e nessuno. Abbiamo rimarcato che le scelte sono state fatte nell’interesse preminente di tutelare l’Italia”. E sullo ‘scambio’ con lo stop alla Tav, l’esponente pentastellato puntualizza: La decisione presa sulla non rappresenta assolutamente una moneta di scambio”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sondaggi, Lega primo partito (ma in calo) al 30,7%. Risalgono M5s e Forza Italia. Soffre il centrosinistra: Pd scende a 17,9%

prev
Articolo Successivo

Fico si incarta in Aula: “Vaglio di ammissibilità ammissibile… vaglio rimane vagliato, chiaramente”

next