Prima si parla di Venezuela e compaiono bandiere in Aula. Poi Di Maio e Salvini si vedono per la prima volta dopo il voto in Abruzzo. Infine il Pd che si infuria con Roberto Fico dopo la sparata di un deputato M5s che mima il gesto delle manette: alla Camera succede di tutto, volano fogli e qualcuno alza anche le mani.