Prima si parla di Venezuela e compaiono bandiere in Aula. Poi Di Maio e Salvini si vedono per la prima volta dopo il voto in Abruzzo. Infine il Pd che si infuria con Roberto Fico dopo la sparata di un deputato M5s che mima il gesto delle manette: alla Camera succede di tutto, volano fogli e qualcuno alza anche le mani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tav, De Luca: “Si riaprano i manicomi. Team esperti presieduto Ponti, uno con una immagine improbabile”

next
Articolo Successivo

Droga, Fontana: “Rivedere la ‘modica quantità’, impedisce di eliminare gli spacciatori”

next