“Noi abbiamo sempre detto che non eravamo a favore di immunità di questo genere, è chiaro questa è stata un’azione di governo, ma noi senatori siamo chiamati a dire se è stata un’azione di governo dettata da interessi nazionali costituzionalmente rilevanti, quindi la domanda che a noi pongono non è se Salvini è colpevole o innocente, ma se il ministro ha agito per l’interesse nazionale? A mio avviso no e quando poi dal governo dicono ‘l’abbiamo fatto per politica’ è un ammissione di colpa. L’interesse nazionale deve essere al di sopra delle parti politiche e dei programmi politici, deve essere nazionale a cui un Ministro può rispondere derogando alla legge. A me non sembra questo il caso anche per loro ammissione, visto che si è trattato di un atto politico”. Così la senatrice del M5S Elena Fattori commenta gli sviluppi in giunta per le immunità sul caso ‘Diciotti’ a carico del Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Successivo

Blutec, Epifani a Di Maio: “Non ha ricevuto sindaci e lavoratori”. Il ministro: “Non strumentalizzate per attaccare governo”

next