Querelo chi parla di uno scambio col M5s con il voto in Senato”. A dirlo, da Terni, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “Sono pratiche che fanno parte della vecchia politica, non c’è nessuno scambio” ha replicato il vicepresidente del Consiglio all’ipotesi che il Movimento 5 stelle fermi l’autorizzazione a procedere, a Palazzo Madama, sul caso Diciotti, in cambio del sì al Tav.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Consob, Di Maio: “Savona incompatibile? No, abbiamo verificato. Persona giusta, sarà sentinella dei consumatori”

prev
Articolo Successivo

Bersani: “La sinistra tiri una riga su questi anni e torni a fare la sinistra. I centristi stiano nel loro”

next