Tre dei quattro sciatori dispersi da domenica sopra Courmayeur sono stati trovati senza vita. I loro corpi sono stati individuati durante le operazioni di ricerca del Soccorso alpino valdostano e della Guardia di finanza. Almeno tre del gruppo di quattro freerider – due britannici  due francesi – è stato sepolto da una valanga in Val Veny, nella zona del canale degli Spagnoli, dove vige un’ordinanza dell’amministrazione comunale che vieta lo sci in fuoripista.

I soccorritori con l’ausilio di unità cinofile e di un elicottero della Protezione civile proseguono le ricerche del quarto sciatore. Le operazioni di recupero sono rese difficili dalla natura impervia del canalone e dal rischio di ulteriori distacchi.

Le tre vittime – hanno appurato i soccorritori – erano dotate di zaino airbag, utile a galleggiare sulla neve in caso di valanga. Dai primi riscontri, il corpo del quarto freerider dovrebbe trovarsi nella stessa zona.

Sempre domenica, a Livigno, era scomparso uno snowboarder belga di 24 anni. Il suo corpo, sepolto da un paio di metri di neve, è stato ritrovato dal Soccorso alpino di Valtellina e Valchiavenna. La tragedia in provincia di Sondrio è avvenuta quando hanno abbandonato la pista per spostarsi in un’altra area attraversando un canale. Nel week, spiega il Soccorso alpino in un tweet, ci sono stati 8 morti in montagna, tutti dovuti al distacco di valanghe: 6 persone hanno perso la vita in Valle d’Aosta, una in Lombardia e una in provincia di Bolzano.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bimbo di otto anni trovato da solo per strada a Carmagnola: “Mia mamma non mi vuole più”

prev
Articolo Successivo

Trova 800 milioni di lire nella cassetta del padre ma la Banca d’Italia non glieli converte (mentre Parigi cambia i franchi)

next