Il corpo senza vita di una donna è stato ritrovato riverso in una pozza di sangue e con i vestiti lacerati nei pressi della chiesa di San Rocco, a Barge, paese del Cuneese alle pendici del Monviso. A notare il cadavere sono stati alcuni residenti della zona: la vittima presentava gravi ferite al volto e al momento l’ipotesi più accreditata è quella che si tratti di un omicidio. La donna sarebbe stata riconosciuta da alcuni parenti. Sul caso indagano i carabinieri di Saluzzo, intervenuti sul posto e coordinati dal sostituto procuratore Alberto Braghin. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Catania, arrestato per terrorismo italiano convertito all’Islam: incitava alla Jihad e a “fare pulizia a Milano, in Calabria”

next