Durante la discussione in aula al Senato sulla Legge di Bilancio, in attesa del maxi-emendamento sul quale il Governo porrà la questione di fiducia, dai banchi della maggioranza Alberto Bagnai ha difeso la manovra: “Quello che dà fastidio alle istituzioni europee non è il 2,4% ma è il deficit di subalternità. Con le prossime elezioni cambierà la musica lassù e la prossima manovra verrà discussa con interlocutori più attenti alle esigenze dei singoli paesi”. Un intervento accolto dalle vistose risate dell’ex premier Matteo Renzi 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manovra, Cirinnà (Pd): “Di Maio e Salvini come fantasmi”. E poi la lite con il M5s: “Fatevi dare lezioni di Costituzione”

next
Articolo Successivo

Manovra, Bottici (M5s): “Senatori Pd sono macchiette”. Esplode la bagarre, Marcucci: “Si vergogni”

next