“La guerra è cominciata oggi, ma proseguirà in tutte le sedi”. È questa la “minaccia” di Giorgio Ambrogioni, presidente della Cida (Confederazione dirigenti privati e pubblici), una delle associazioni che venerdì 14 dicembre si sono riunite al teatro Nuovo di Milano per protestare contro il taglio delle pensioni d’oro annunciato dal ministro del Lavoro, Luigi Di Maio. “Ho pagato fino all’ultimo centesimo la mia pensione. Mi trasferirò in un paese dove la fiscalità è più vantaggiosa”, dice Michele Poerio, presidente del Forum nazionale dei pensionati. “Il tenore di vita della mia famiglia ha un certo standard che io devo mantenere e che lo Stato mi deve fare mantenere, perché ho sempre versato i contributi”

di Luigi Franco e Paolo Tani

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Martina: “Dialogo coi vertici del M5s? Fantapolitica. I vertici sono totalmente succubi della propaganda di Salvini”

prev
Articolo Successivo

Manovra, Di Maio: ‘Deficit-Pil a 2,04%? Nessuna retromarcia’. Poi scherza: ‘Numeri per confondere? Non ci sopravvalutate’

next