Dopo una discussione generale svolta per diverse ore in un’Aula quasi vuota, con l’eccezione dei deputati della Lega, il governo ha chiesto la fiducia sul Decreto Sicurezza, il provvedimento rivendicato da Salvini. Dopo la richiesta del ministro Riccardo Fraccaro, di fronte agli applausi della maggioranza, con la Lega su tutti, al contrario i deputati Pd hanno protestato con applausi ironici. Poi è stato il deputato dem Enrico Borghi ad attaccare il M5s: “Questa fiducia è contro di voi, vi stanno impedendo di parlare. Sono scomparsi i 18 deputati che chiedevano modifiche, è scomparso Fico. State facendo retromarcia su tutto: anche rispetto a una concezione arcaica secondo la quale le colpe dei padri devono ricadere sui figli. Pare che Di Maio non sia più di questa opinione”, ha provocato, con un chiaro riferimento al caso del lavoratore in nero nell’azienda del padre svelato dalle Iene. Per poi concludere: “Vi siete venduti l’anima per un patto di potere

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dl Sicurezza, la Lega lo discute da sola: aula deserta. Magi (+Europa): “Scambio con Anticorruzione, imbarazzo M5s”. Vuoti anche i banchi Pd

next
Articolo Successivo

Elezioni Sardegna, ipotesi voto anticipato: per sfidare Zedda e il centrosinistra la Lega pensa a Solinas. M5s senza un nome

next