Che cosa succederebbe se per incanto le donne più amate, più ammirate, più odiate della storia si trovassero tutte insieme su un palcoscenico? Dive, regine, attrici, cantanti, cortigiane d’ogni epoca, ciascuna con la propria storia e la propria bellezza, pronte a sfidarsi in un reality musicale. Impossibile? Non per il regista Pier Francesco Pingitore, che ha trasformato quest’idea in uno spettacolo teatrale che debutta mercoledì 21 novembre allo storico Salone Margherita di Roma. “Femmina!”, questo è il titolo di questo show tutto al femminile, ha un cast d’eccellenza: il capocomico – in questo caso anche conduttore – Martufello, Manuela Villa, Mario Zamma, Manuela Zero, Morgana Giovannetti, Enzo Piscopo, Raffaella di Caprio e Vittoria Schisano. A loro si aggiunge la voce di Vincenzo Caldarola, un corpo di ballo prevalentemente femminile e una band, diretta dal maestro Edoardo Simeone, con musiche suonate rigorosamente dal vivo.

Sì, perché in questo musical si alternano sul palco le figure di donne che hanno fatto la storia e che hanno saputo affermare il proprio ruolo nella società, il tutto ripercorso attraverso le canzoni, i balli d’oggi e i tanghi della nonna, le storie, le storielle, le passioni e una serie di dialoghi improbabili. Come quelli tra Eva e Asia Argento, Lucrezia Borgia con Barbara D’Urso e via via fino a Sophia Loren e Gina Lollobrigida. Lo spettacolo sarà in scena fino al 3 febbraio 2019: dal mercoledì al venerdì alle 21.00, mentre sabato e domenica alle 17.00. I costumi sono di Maurizio Tognalini,  le scene di Graziella Pera, coreogafie di Evelyn Hanack.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eimuntas Nekrosius morto, addio al visionario regista lituano: aveva 65 anni

next
Articolo Successivo

Europee, ma anche arabe. Una generazione ‘ibrida’ di scrittrici si racconta

next