Condannato poco meno di tre anni fa in via definitiva a quattro anni per maltrattamenti e percosse nei confronti della fidanzata, è stato scarcerato prima della fine della pena, a fine agosto, per i benefici previsti dalla legge. Appena fuori, è tornato a picchiare la ragazza, in diversi episodi. Il più grave, che ha fatto scattare il nuovo arresto, all’inizio di novembre, quando la donna è stata nuovamente ricoverata in ospedale.

L’uomo, un 30enne di origine tunisina, è stato arrestato dai carabinieri del Nor di Rimini. I militari hanno eseguito l’ordinanza del gip Benedetta Vitolo, che ha accolto la richiesta del pm Davide Ercolani. La prima condanna era arrivata dopo che, per mesi, aveva picchiato la fidanzata costringendola anche ad assumere sostanze stupefacenti. Arrestato e condannato, appena uscito dal carcere è tornato da lei per malmenarla, mandandola di nuovo all’ospedale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Federico Ruffo, intimidazione all’inviato di Report che indagò su tifosi Juve e ‘ndrangheta: “Benzina dappertutto, salvati dal cane”

prev
Articolo Successivo

Furto gioielli Venezia, serbo arrestato evade dalla finestra del bagno prima dell’interrogatorio davanti al giudice

next