Condannato poco meno di tre anni fa in via definitiva a quattro anni per maltrattamenti e percosse nei confronti della fidanzata, è stato scarcerato prima della fine della pena, a fine agosto, per i benefici previsti dalla legge. Appena fuori, è tornato a picchiare la ragazza, in diversi episodi. Il più grave, che ha fatto scattare il nuovo arresto, all’inizio di novembre, quando la donna è stata nuovamente ricoverata in ospedale.

L’uomo, un 30enne di origine tunisina, è stato arrestato dai carabinieri del Nor di Rimini. I militari hanno eseguito l’ordinanza del gip Benedetta Vitolo, che ha accolto la richiesta del pm Davide Ercolani. La prima condanna era arrivata dopo che, per mesi, aveva picchiato la fidanzata costringendola anche ad assumere sostanze stupefacenti. Arrestato e condannato, appena uscito dal carcere è tornato da lei per malmenarla, mandandola di nuovo all’ospedale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Federico Ruffo, intimidazione all’inviato di Report che indagò su tifosi Juve e ‘ndrangheta: “Benzina dappertutto, salvati dal cane”

next
Articolo Successivo

Furto gioielli Venezia, serbo arrestato evade dalla finestra del bagno prima dell’interrogatorio davanti al giudice

next