Francesco Ghirelli è stato eletto Presidente Lega Pro. Al termine dell’assemblea  ha conquistato la poltrona con 48 voti sui 56 presenti. I suoi vice saranno Cristiana Capotondi (con 39 voti), attrice romana laureata in scienze della comunicazione e grande appassionata di calcio ex calciatrice, e Jacopo Tognon (37 voti), avvocato e membro del Tas. L’Assemblea ha eletto anche i 6 nuovi consiglieri del Direttivo di Lega Pro: Gianfranco Andreoletti (Albinoleffe) Salvatore Caiata (Potenza), Alessandro Marino (Olbia), Floriano Noto (Catanzaro), Stefano Ranucci (Ternana) e Filippo Tagliagambe (Pontedera).

Sulla bella e brava interprete nei giorni scorsi qualcuno aveva storto il naso: “Prendo atto che ci sono delle critiche ma ho avuto solo degli apprezzamenti su questa scelta. Abbiamo presentato due vicepresidenti, uno è Iacopo Tognon, grande conoscitore del calcio ed esperto del diritto sportivo. Lo metteremo a disposizione per la riforma della giustizia sportiva. L’altra è Cristiana, stupirà tutti: ne vedremo delle belle, ci darà lezioni a tutti quanti. È anche un’ottima calciatrice – aveva detto Ghirelli la scorsa settimana in una intervista a Radio Sportiva – Nessuna operazione di marketing o immagine, mettiamola alla prova e riparliamone tra un anno. È la prima volta che si parla di squadra. Noi cerchiamo di aprire la strada ad una nuova generazione di dirigenti

“Io ascolto tutti – ha detto Ghirelli subito dopo l’elezione – e seguirò ciò che le società mi diranno. Servono le riforme e ho l’orgoglio di contribuire a rifarle, ridando magia a questo campionato come mi hanno chiesto gli stessi Presidenti. Il primo passo sarà ricostruire dove sono lacerati i rapporti ed i contatti umani. Ho visto grande partecipazione e assieme dobbiamo lavorare per ridare credibilità al calcio con basi come valori, sostenibilità e formazione”. “Sono predisposto al cambiamento – conclude Ghirelli- e so cedere il passo al momento giusto: questa è la ricompensa maggiore perché, allora si può dire di aver lavorato bene”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il disperato ritorno di Giampiero Ventura e gli inspiegabili motivi per cui ha accettato la missione disperata Chievo

prev
Articolo Successivo

Coppa Libertadores 2018, Boca contro River: un doppio Superclásico per riscrivere la storia del calcio a Baires

next