“Per fermare questo obbrobrio abbiamo bisogno della sommossa delle donne del Movimento cinque stelle ma anche delle donne della Lega. Mi chiedo come la ministra Giulia Bongiorno che si è sempre spesa per le battaglie delle donne possa proporre una cosa del genere che sommessamente impedisce alle donne di denunciare violenza“. Da Bologna l’ex senatrice Francesca Puglisi, promotrice di #Towandadem, il gruppo delle donne del Pd, ha lanciato un appello alle colleghe del M5s e della Lega perché alzino la voce contro un disegno di lgge “oscurantista”. Questa mattina oltre trecento persone, tra cui consiglieri comunali e  rappresentanti del mondo dell’associazionismo, sono scesi in piazza per contestare il decreto legge a firma del senatore leghista Simone Pillon che riforma l’affido condiviso, il mantenimento diretto dei figli garanzia di bigenitorialità. “Un progetto che scarica sulle donne il peso del mantenimento della famiglia e che va contro la legge sul divorzio”, dice l’ex deputato ds e storico attivista per i diritti Lgbt Franco Grillini,  che in passato è stato anche presidente in commissione giustizia. “Pillon vuole fare il furbo, facciamo un referendum e vediamo chi vince. Laddove è stato fatto in Irlanda i clericofascisti come lui l’hanno perso clamorosamente

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Boccia: “Crediamo nella Lega”. Calenda: “Vergogna, Confindustria mai così”. La replica: “Lui non sa organizzare le cene”

prev
Articolo Successivo

Mattarella: “Costituzione chiede conti solidi, indispensabili per i giovani”. Salvini: “Ma non impedisce cambi coraggiosi”

next