Botta e risposta serrato a Otto e Mezzo (La7) tra il rapper J-Ax e il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, sul governo M5s-Lega. L’artista conferma il suo sostegno ai 5 Stelle: “Hanno detto cose di cui il Paese aveva bisogno, si veda la loro battaglia contro l’ingiustizia sociale e contro la corruzione. Però io non vivo la politica come un tifoso e non indosso per sempre la maglia di una squadra. I politici vanno giudicati ogni giorno per il loro operato e quando ci deludono, vanno mandati via a calci nel culo. Certo, vederli al governo con Salvini è stato un trauma, è stato come svegliarsi e scoprire che Sophia Loren s’è fidanzata con un concorrente di Tempation Island”. “Mi spiace che J-Ax non riconosca che Salvini lo ha scavalcato” – replica Sallusti – “perché ora è lui sta cantando la rabbia dei giovani e dei non giovani italiani. J-Ax è passato dal rap al pop e adesso si sta imborghesendo. E’ entrato negli stereotipi per cui dall’altra parte sono tutti fascisti e razzisti. Lui, cioè, ha cantato la rabbia della gente per molti anni e adesso invece mi sembra un Calenda qualsiasi”. “Sì, è vero, mi sono imborghesito” – spiega J-Ax – “Non ammetterlo sarebbe scorretto. Tuttavia, grazie al mio imborghesimento, tento di riflettere su quello che succede e di farmi una opinione con molta calma e freddezza, rispetto ai vecchi tempi in cui lasciavo parlare la rabbia e la pancia. Quello è sempre il modo più facile per far presa, ma a volte fai anche più danni di quelli prodotti dai problemi che vuoi risolvere. Qui il problema non verte su chi guadagna onestamente, ma su chi ruba i soldi allo Stato. Penso, ad esempio, ai 49 milioni di euro della Lega”. Sallusti ribadisce la sua tesi sul cantautore: “Ma, caro J-Ax, a te non stupisce che i tuoi ex o attuali amici del M5s pagano la segretaria di Di Maio più di un primario ospedaliero e il portavoce del premier più dello stesso premier? A te queste cose non fanno pensare che anche i 5 Stelle ti stanno prendendo per il culo?”. “Io giudico i politici giorno per giorno” – risponde J-Ax – “Quando vengono fuori queste cose, ovviamente anche io me ne risento e probabilmente cambio opinione. Ci tengo a precisare che io non sono del Pd, ragazzi. Io mi considero un liberario. Sulla giustizia sociale ho idee che si potrebbero inquadrare a sinistra. Sulle questioni economiche ho idee di destra”. E chiosa: “Per me lo Stato non dovrebbe mai intromettersi nella tua camera da letto o nell’uso che fai del tuo corpo. Tradotto: le coppie omosessuali possono stare in un bunker ad adorare Satana, armate di bazooka. Se quel bazooka rimane lì e non interferisce con la mia libertà, per me può andare benissimo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Salvini, Parenzo: “Mai lavorato in vita sua. Successo? Dalla sua ha i piccoli imprenditori spaesati e le partite Iva”

next
Articolo Successivo

Mughini: “Governo? I 100 giorni peggiori della storia. Di Maio? Primo ministro del Lavoro al mondo a non aver mai lavorato”

next