Nel giorno della prima fiducia richiesta dal governo Conte, sul decreto Milleproroghe, è scontro in Aula tra i deputati del Pd e quelli della Lega sui vaccini. “Prorogare l’autocertificazione permetterà l’ingresso in classe di bambini non vaccinati, nei fatti, da oggi, mentre terrà fuori bambini che non possono permettersi di stare in classe con bambini non vaccinati. Questo accarezza il pelo a una visione oscurantista, medievale”, ha attaccato il renziano Luigi Marattin. Parole contestate dal leghista Invernizzi: “Sono pro-Vax, però non si può parlare di mondo antiscientifico contro la scienza. Stiamo parlando di genitori: se c’è un sacrosanto diritto che sentono nei confronti dei propri bambini, è garantirne l’inviolabilità del corpo. Noi con questi genitori dobbiamo dialogare. Ci sono genitori che a queste cose ci credono, in cuor loro convinti di agire nell’interesse dei propri figli. Non possiamo porci come avete fatto voi: ‘elités illuminate’ contro ‘popolo volgare’ che non capisce nulla”, ha attaccato. Scatenando la reazione dei deputati dem: in particolare, Filippo Sensi, Gennaro Migliore hanno contestato platealmente l’intervento del collega leghista

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Di Maio: “Con Tria nessuna minaccia o ultimatum. Siamo per manovra coraggiosa ma conti in ordine”

next
Articolo Successivo

Pizzarotti: “M5S? Chissà cosa avrebbe detto Gianroberto Casaleggio dell’alleanza con la Lega”. Stoccate a Di Battista

next