“Sono state 18 ore di trattativa in cui i protagonisti sono stati ovviamente i rappresentanti dei lavoratori, in cui si è cercato di raggiungere il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili”. Così il vicepremier e ministro Luigi Di Maio arrivando al Mise, in merito all’accordo raggiunto sul dossier Ilva. In attesa delle firme ufficiali, Di Maio ha rivendicato: “Possiamo dire che non ci saranno esuberi e non ci sarà il Jobs Act nell’azienda, tutti riceveranno una proposta da ArcelorMittal. Ma non dire gatto se non ce l’hai nel sacco, adesso aspettiamo la firma”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ilva, Re David (Fiom): “Accordo raggiunto, ora referendum lavoratori. Di Maio? Ha avuto un ruolo importante”

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, Usb Vigili del fuoco: “Non bastano pacche sulle spalle, investire in soccorso e prevenzione”

next