“Chi si definisce sovranista è il primo a mettere in discussione la sovranità: se muore la barriera europea qua arrivano tutti e si comprano tutto. Io non abbandono l’euro per andare sul rublo”. Così il presidente della Regione Lazio e candidato alla segreteria Pd, Nicola Zingaretti, alla festa del Fatto quotidiano. Dopo le polemiche scaturite nel Pd dalla sua differenziazione rispetto a Emmanuel Macron, Zingaretti chiarisce: “Alle Europee il Pd dovrà presentare un nuovo europeismo, costruendo un’alleanza con tutte le forze europeiste, anche con Macron. Ma noi siamo diversi da Macron: quindi sì difendere l’Europa con Macron ma non appiattirsi su En Marche”.

(Qui il programma completo della Versiliana 2018)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dl dignità, Landini: “Un limite non aver introdotto art.18”. E ai 5 stelle: “Sul lavoro siate più coraggiosi”

next
Articolo Successivo

Pd, Zingaretti a Gomez: “Cambiare il nome al partito? Non lo escludo più avanti. Necessaria nuova proposta politica”

next