Il più sfortunato è stato sicuramente il Napoli: nelle urne del Grimaldi Forum di Montecarlo ha pescato il Paris Saint Germain e il Liverpool. Per la squadra di Carlo Ancelotti nel girone C gli incroci con le stelle parigine e l’ultima finalista: la prima fase della Champions League 2018-2019 comincia malissimo. Va sicuramente un po’ meglio alla Juventus che trova il Manchester United di Mourinho (alle prese con un inizio di stagione deprimente), poi Valencia e Young Boys. La Roma avrà l’incrocio con i campioni d’Europa in carica del Real Madrid, ma nel girone G il secondo posto è abbordabile: le contendenti sono Cska Mosca e Viktoria Plzen. Molto più dura per l’Inter: era inevitabile vista la quarta fascia di partenza. I nerazzurri sono finiti nel gruppo B di Barcellona, Tottenham e Psv Eindhoven: sulla carta sono gli inglesi la vera avversaria per il passaggio del turno.

Sono questi i gironi che interessano l’Italia, tornata a schierare quattro squadre in Champions League grazie alla nuova formula che premia le prime 4 nazioni per ranking Uefa (Spagna, Inghilterra, Italia e Germania). I sorteggi con cui parte la corsa alla finale in programma il primo giugno al Wanda Metropolitano di Madrid potevano essere sicuramente più teneri con i club nostrani, ma a parte il gruppo D, nessun girone è privo di big europee.

TUTTI I GIRONI
A: Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Monaco, Club Brugge.
B: Barcellona, Tottenham Hotspur, Psv Eindhoven, Inter.
C:
Paris Saint Germain, Napoli, Liverpool, Stella Rossa.
D: 
Lokomotiv Mosca, Porto, Schalke 04, Galatasaray.
E:
Bayern Monaco, Benfica, Ajax, Aek.
F:
Manchester City, Shakhtar Donetsk, Lione, Hoffenheim.
G:
Real Madrid, Roma, Cska Mosca, Viktoria Plzen.
H: Juventus
, Manchester United, Valencia, Young Boys.

La novità orari e le date – La Champions più ricca di sempre (distribuirà 1,95 miliardi ai 32 club partecipanti) avrà la grande novità degli orari: ogni giornata due partite alle 18:55, le altre sei alle 21. Si comincia il 18 e il 19 settembre, poi le altre partite dei gironi il 2 e 3 ottobre, 23 e 24 ottobre, 6 e 7 novembre, 27 e 28 novembre e 11 e 12 dicembre. Gli ottavi di finale sono in programma il 12, 13, 19 e 20 febbraio, il 5, 6, 12 e 13 marzo. L’andata dei quarti è fissata per il 9 e 10 aprile, con ritorno il 16 e 17 aprile. Le semifinali si giocheranno nella due giorni tra il 30 aprile e l’1 maggio mentre il ritorno si giocherà il 7 e l’8 maggio. Poi la finalissima nello stadio dell’Atletico il primo giugno.

I premi – All’inizio del gala al Grimaldi Forum il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin ha consegnato a David Beckham il Premio del Presidente per la sua carriera. Nessun riconoscimento invece per l’unico italiano presente, Gianluigi Buffon, che nella categoria portieri è stato battuto da Keylor Navas. A Luka Modric è andato invece il premio come miglior giocatore della scorsa edizione, vinta con il suo Real Madrid: motivo dell’assenza dalla cerimonia di Cristiano Ronaldo.

LA DIRETTA
19.09 – Modric vince anche il premio come miglior giocatore della stagione

18.56 – Cristiano Ronaldo vince il premio come miglior attaccante, ma è assente

18.48 – Luka Modric vince il premio come miglior centrocampista

18.36 – Consegnato a Sergio Ramos il premio come miglior difensore

18.35 – Finita l’estrazione della prima fascia

18.24 – Fa discutere l’assenza di Cristiano Ronaldo: ancora non si è presentato al Forum

18.21 – Keylor Navas vince il premio come miglior portiere, battuti Buffon e Alisson

18.18 – Entrano Kakà e Diego Forlan, saranno loro a pescare nelle urne

18.15 – Consegnato a David Beckham il Premio del Presidente