Non che di solito siano un continuo tributo al galateo, ma sicuramente i lunghi viaggi in macchina per le vacanze estive fanno emergere ancor di più la brutta abitudine di gettare i rifiuti dal finestrino: stando a un’indagine condotta dal sito di assicurazioni Direct Line, almeno un italiano su tre sarebbe responsabile di tale atto. Che si tratti di fazzoletti di carta, lattine vuote o mozziconi di sigarette, la strada si trasforma nella pattumiera ad uso degli automobilisti e dei loro accompagnatori.

Così questi gesti, compiuti in modo incurante quanto ingiustificabile, possono essere pericolosi tanto per chi ci viaggia nei paraggi quanto per l’ambiente stesso. Pensiamo infatti a una busta di plastica lasciata andare dall’auto in corsa, al danno che potrebbe provocare se si fissasse sul parabrezza di un’altra vettura, coprendone la visuale. Nel migliore dei casi, però, quella busta andrebbe a depositarsi sul ciglio della strada, finendo per deturparla e degradarsi in un lasso di tempo che va dai 100 ai 1000 anni. E così via, con i fazzoletti di carta o le sigarette, magari ancora accese e che favoriscono gli incendi delle sterpaglie.

Laddove buona educazione e senso civico vengono a mancare, può però fare da deterrente per tali comportamenti la multa che potrebbe essere commiata ai responsabili, e che potrebbe superare l’ammontare di 400 euro. Infatti, l’art. 15 del Codice della Strada vieta di “depositare rifiuti o materie di qualsiasi specie, insudiciare e imbrattare comunque la strada e le sue pertinenze” e poi ancora “insozzare la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento”.

Per il deposito dei rifiuti in luoghi non preposti o per il deturpamento della strada, la sanzione può essere compresa tra i 25 e i 100 euro; se però si venisse multati per aver gettato rifiuti dal veicolo in corsa, allora la sanzione salirebbe dai 106 ai 425 euro. C’è poi un’altra legge, la n.221 del 2015 sulla green economy: questa, denominata ‘collegato ambientale’, prevede per i soggetti colti a gettare mozziconi di sigarette il pagamento di una multa fino a 300 euro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Colpi di sonno al volante? Possono essere provocati anche dalle vibrazioni dell’auto

prev
Articolo Successivo

Seggiolini antiabbandono, arriva il sì del Senato. Obbligatori dal 1 luglio 2019

next