Federico Dimarco: c’erano tante aspettative sull’ex canterano nerazzurro ai tempi della Primavera, tanto da spingere alcuni addetti al lavoro dichiarare che l’Inter portava in grembo il suo terzino sinistro del futuro. Tosto e mancino, un moto continuo sulla fascia sinistra e un calcio da fermo che aveva fatto riemergere paragoni con il “sacro” Roberto Carlos. Poi una serie di prestiti (ultimo in svizzera al Sion) e adesso un ritorno in Italia nuovamente in prestito con la maglia del Parma. La piazza giusta per rilanciarsi anche se nella testa di Roberto D’Aversa partirà inizialmente alle spalle del veterano Gobbi. Ma in futuro chissà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Juventus, Allegri dopo il debutto di Cristiano Ronaldo: “È il giocatore più forte del mondo. Fortunato ad allenarlo”

next
Articolo Successivo

Senza fiato fino agli abissi, è della giapponese Sayuri Kinoshita il nuovo record nell’immersione libera

next