Un gruppo di turisti, ospiti della Great Bear Lodge, a Port Hardy, in Canada, osserva sul pelo dell’acqua la formazione di alcune bolle che assumono una forma circolare. Si tratta del bubble-net feeding, una particolare tecnica utilizzata da megattere e balene per procacciarsi il cibo, grazie al quale i grandi mammiferi riescono a stordire i piccoli pesci con l’emissione di bolle prima di mangiarli. Ed è così, infatti, che dall’acqua spuntano tre megattere. Uno spettacolo raro osservato, per di più, dalla riva.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il sacrificio dell’automobilista con l’Audi: la famiglia di anatre attraversa la strada ma semina il panico. Ecco cosa succede

next
Articolo Successivo

Il gatto sta per lanciarsi in una rissa, ma il suo amico golden retriever non ci sta. Guardate che cosa combina

next