“No, non me lo immagino”. Giuseppe Sala, a margine della commemorazione dell’eccidio dei partigiani di piazzale Loreto, ha risposto in questo modo ai cronisti che gli chiedevano se riuscisse a immaginare una partecipazione di Matteo Salvini, che ha manifestato più volte il desiderio di diventare primo cittadino di Milano, alla commemorazione dei 15 martiri del 10 agosto del ’44. “Qui oggi – ha spiegato Sala – ci sono sindaci di centrodestra che però, nella loro storia professionale, non si sono mai espressi in maniera così decisa come Salvini”. “Salvini non me lo immagino qua”, ha risposto sollecitato dai cronisti. “Ha un ruolo più importante di quello di sindaco di Milano, certo è possibile che in futuro voglia farlo”, ha concluso Sala, ribadendo di non essere interessato a un ruolo in politica nazionale

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Periferie, non solo i sindaci Pd contro congelamento dei fondi. Dopo Nogarin interviene Brugnaro: “Fronte comune”

prev
Articolo Successivo

Abruzzo, lo strappo della Lega: “Alle regionali corriamo da soli”. Forza Italia: “Centrodestra diviso è favore a M5s e Pd”

next