Dopo il fotomontaggio di minacce in stile Br comparso in rete contro il virologo Roberto Burioni, nel mirino del fronte no-vax, solidarietà dai senatori Pd in Aula. Nel corso del voto finale al Senato del decreto Milleproroghe (contestato dai dem proprio per lo slittamento al 2019 deciso dalla maggioranza M5s-Lega dell’obbligo di vaccinazione per l’iscrizione a nidi e scuole per l’infanza) i senatori Pd hanno esposto polemici quello stesso fotomontaggio, attaccando rivolti verso i banchi 5 stelle. Già poco prima il capogruppo Andrea Marcucci aveva chiesto al governo di dissociarsi. “Il M5s non è contro i vaccini. L’emendamento non vuole dire che questa maggioranza sia dominata da un pensiero magico o antiscientifico”, si era difeso a nome del M5s il senatore pentastellato Ugo Grassi. Attirandosi però le critiche veementi dei senatori Pd, con la senatrice Simona Malpezzi e lo stesso Marcucci tra i protagonisti, che lo hanno invitato a votare contro.