Nomine Rai? Siamo arrivati alla fine, stiamo scegliendo le figure migliori. Stiamo facendo di tutto per valorizzare le risorse interne e non andare a prendere il Messia altrove”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di 24 Mattino (Radio24) dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, qualche ora prima della notizia ufficiale dell’accordo di governo sulle nomine dei vertici Rai. ll Tesoro, infatti, ha indicato i nomi di Fabrizio Salini, proposto come amministratore delegato, e di Marcello Foa, il cui nome dovrà essere votato dalla Vigilanza per la presidenza. Il leader della Lega commenta la copertina a lui dedicata dal settimanale Famiglia Cristiana: “Non mi tocca, non mi spaventa, non mi intimorisce. Ma da giornalista queste copertine non mi piacciono. C’è un attacco sistematico e violento ormai quasi da due mesi, ma non mi tocca di un millimetro. Certo, resto perplesso se un attacco frontale arriva da un settimanale come Famiglia Cristiana, che teoricamente si dovrebbe occupare di perdono, di comprensione, di amicizia, di fratellanza, di apertura e che, tra l’altro, io leggevo da bambino. Mi hanno paragonato al peggio del peggio, cioè a Satana. Questo” – continua – “conferma che all’interno della Chiesa c’è un dibattito in corso. Comunque, grazie a questa copertina, sono stato subissato di messaggi, di chiamate, di mail da parte di uomini e donne di Chiesa che la pensano in maniera contraria e che mi hanno chiesto di andare avanti si questa strada”. Poi, a proposito della legge sulla legittima difesa, si sofferma sull’articolo del Corriere della Sera e sul monito del presidente della Repubblica affinché il Paese non diventi un Far West: “Nessuno vuole il Far West in Italia, nessuno vuole le pistole libere, al massimo c’è qualche ‘pistola’ in libertà, cioè uomo che parla a vanvera. Penso che il capo dello Sato si riferisse ad altri e se il Corriere della Sera vuol farmi litigare con Mattarella ha trovato la persona sbagliata”. E aggiunge: “Renzi e Berlusconi dicono che il governo M5s-Lega non dura? Io lo prendo come buon auspicio. E segnatamente, come denuncerà abilmente Famiglia Cristiana, è colpa di Salvini perché sul meteo non stiamo facendo quello che Renzi e Berlusconi si aspettavano”. Salvini, infine, si pronuncia sui lavori della Tav: ” Dal punto di vista personale, penso che convenga andare avanti e non indietro. La Tav serve. Io come ministro dell’Interno mi occupo della tutela della sicurezza dei lavoratori. Sto garantendo in Piemonte come in Puglia analisi, costi e benefici. L’opera serve? Costa di piu’ bloccarla o proseguire? E questo vale per la Tav, la Tap, la Pedemontana, il Terzo Valico. Peraltro, per la Tap l’impatto ambientale è molto ridotto, si parla solo di spostamento di piante”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Bonino batte i pugni sui banchi del Senato: “Sapete come me qual è la verità”. Contestata, ribatte: “Questa non è curva Sud”

next
Articolo Successivo

De Luca: “Tav e Tap? Ma come si può bloccarle? Questo visto dall’estero ci fa sembrare un Paese di squinternati”

next