I calciatori in business class, le colleghe in classe turista. Inizia con le accuse di sessimo il tour americano del Barcellona calcio, la prima attività promozionale mista della storia del club catalano. Le due squadre maschile e femminile hanno ricevuto una disparità di trattamento durante il viaggio in direzione Portland, Stati Uniti, che è stato documentato dai giocatori stessi sui social network, scatenando le critiche di molti tifosi.

Non è passato inosservato il fatto che gli uomini hanno viaggiato in prima classe insieme a dirigenti e membri del consiglio di amministrazione, mentre le giocatrici hanno volato sullo stesso aereo in classe turistica. Da qui le accuse di sessismo a cui il Barcellona ha risposto parlando di un problema logistico. Le prenotazioni per le due squadre sono state fatte in due momenti differenti e per le ragazze non c’erano più posti disponibili in business class.

Dal club rassicurano anche che per ciascuna giocatrice era stato prenotato un posto vicino in più perché potessero essere più comode. “I ragazzi non hanno la priorità, e tra le ragazze non c’è stata nessuna lamentela”, ha aggiunto la società. L’attaccante della squadra femminile Alexia Putellas ha sostenuto la versione della società:  il viaggio sulla stesso volo è stato deciso in un secondo momento, quando i posti per i calciatori erano già stati prenotati.