Lo aveva già fatto in maniera stupefacente, ma l’evasione in questa occassione può essere definita clamorosa e non stupisce che i media francesi non parlino d’altro. Redoine Faid, rapinatore pluripregiudicato, è fuggito a bordo di un elicottero atterrato nel cortile di una prigione di Réau en Seine-et-Marne, nella regione di Parigi. L’evaso, un francese recidivo condannato lo scorso aprile a 25 anni di carcere per la morte di un agente durante una rapina nel 2010, è stato portato via dai suoi tre complici che avevano armi pesanti. Si tratta della sua seconda evasione spettacolare: nel 2013 era riuscito a fuggire dopo aver preso in ostaggio quattro guardie carcerarie.

Nell’evasione di cinque anni fa Faid aveva usato la dinamite per far saltare le porte della prigione. La polizia ha ritrovato l’elicottero usato per la rocambolesca evasione – degna dei film d’azione come Heat a cui il 46enne criminale afferma di ispirarsi – nella periferia nord orientale di Parigi. Ed è subito scattata la caccia all’uomo in tutta la regione. Nel 2009 Faid ha anche pubblicato un libro in cui racconta la sua adolescenza in un quartiere alla periferia di Parigi dove si era avviato alla via del crimine, una vita che – affermava – aveva abbandonato. Ma l’anno seguente fu coinvolto nella rapina finita con l’omicidio della donna poliziotto.