Un giro di tangenti per la ricostruzione post alluvione del 2015 nella provincia di Benevento. Questa l’ipotesi che ha portato all’arresto del sindaco di Cusano Mutri Giuseppe Maturo da parte dei carabinieri della provincia campana, che hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Benevento su richiesta della procura. Oltre al primo cittadino, la misura di custodia cautelare è scattata anche per un geometra del comune: per entrambi l’accusa è di concussione in concorso. Nell’ambito dell’inchiesta che ha portato agli arresti sono stati accertati diversi episodi di concussione. Gli investigatori hanno anche immortalato con delle immagini la consegna di una tangente da parte di un imprenditore nelle mani del sindaco.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lifeline, odissea finita per migranti con lo sbarco a Malta. Otto paesi accoglieranno 234 persone

prev
Articolo Successivo

Caserta, sospese quattro suore per maltrattamenti ai bimbi dell’asilo. “Chiusi in una stanza buia se non mangiavano”

next