“Abbiamo trovato molta buona volontà per discutere e superare i disaccordi sul tema dei migranti. Siamo concordi sul fatto che serve un rafforzamento delle frontiere esterne e sul fatto che la responsabilità è di tutti: nessun Paese deve prendersi il peso da solo. Cerchiamo una soluzione europea e, ove possibile, vogliamo riunire chi vuole sviluppare un quadro d’azione comune. Dobbiamo rafforzare Frontex e servono ulteriori accordi con i Paesi di origine. Tutti hanno la responsabilità su tutti i temi della migrazione. Non possiamo lasciare i Paesi di primo ingresso soli a gestire la situazione e a trovare una soluzione, e non possiamo lasciare ai migranti la scelta del Paese di asilo. Siamo tutti d’accordo sul fatto che vogliamo ridurre le migrazioni illegali, che vogliamo proteggere i nostri confini”. Così la Cancelliera Angela Merkel al termine del mini summit sull’immigrazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Yemen, come sauditi e Huthi ostacolano ingresso e distribuzione degli aiuti

prev
Articolo Successivo

Il bus si ribalta sulla superstrada, il terrificante incidente ripreso dalle telecamere: passeggeri sbalzati dai finestrini

next