“Uno sfregio”, perché finanziate da “tutta la collettività”. Luigi Di Maio su Facebook, dopo che ieri aveva rilanciato reddito di cittadinanza e taglio dei vitalizi, oggi interviene sulle pensioni d’oro, uno dei cavalli di battaglia in campagna elettorale. E annuncia: “Vogliamo finalmente abolire quelle che per legge avranno un tetto di 4.000-5.000 euro per tutti quelli che non hanno versato una quota di contributi che dia diritto a un importo così alto. E cambiano le cose in meglio anche per chi prende la pensione minima, perché grazie al miliardo che risparmieremo potremo aumentare le pensioni minime”.

Il vicepremier definisce quindi le pensioni d’oro finanziate da “tutta la collettività” uno “sfregio a quei tre milioni di italiani che non hanno neppure i soldi per fare la spesa, perché sono stati abbandonati dalle istituzioni. Sia chiaro: chi si merita pensioni alte per avere versato i giusti contributi ne ha tutto il diritto, ma quest’estate per i nababbi a spese dello Stato sarà diversa”. Il merito alla tempistica del provvedimento, Di Maio scrive che “quest’estate non ci sono i mondiali, ma presto avremo qualcosa da festeggiare: la fine delle pensioni d’oro e l’inizio di un’Italia più giusta”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Oltre il M5s, un progetto di rottura non può passare per falsi profeti

prev
Articolo Successivo

Migranti, Sala alla tavola multietnica: “Io l’anti-Salvini a Milano. Basta con le sbruffonate, battiamolo con i fatti”

next