La Procura di Macerata ha chiuso le indagini nei confronti di Innocent Oseghale, il nigeriano 29 anni, in carcere a Marino del Tronto (Ascoli Piceno), per l’omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro commesso il 30 gennaio scorso in un appartamento a Macerata. Omicidio volontario aggravato in quanto commesso nell’ambito una violenza sessuale, vilipendio, distruzione, occultamento di cadavere e violenza sessuale ai danni di una persona in condizioni di inferiorità psichica o fisica i reati contestati.

Cinque giorni fa il gip – su richiesta della Procura – aveva revocato l’ordinanza di custodia cautelare per gli altri due cittadini nigeriani coinvolti nell’inchiesta. Nessun coinvolgimento nell’uccisione e nello smembramento per Lucky Awelima e Desmond Lucky accusati invece di spaccio di eroina, la sola accusa per cui restano in carcere ad Ancona. Uno scenario impensabile fino a qualche tempo fa nell’indagine sull’omicidio della ragazza, che si era allontanata il 29 gennaio dalla comunità terapeutica Pars di Corridonia dov’era ospite. Un quadro mutato dopo i risultati delle perizie del Ris sui reperti prelevati nell’appartamento di via Spalato 124 e sulle telefonate tra gli indagati: l’assenza di elementi per collocare sulla scena del delitto Awelima e Lucky, ha portato a escludere un loro concorso con Oseghale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stefano Cucchi, ex moglie carabiniere imputato: “Mi disse che era stato pestato”

next
Articolo Successivo

Rimborsopoli Abruzzo, assolti ex presidente Chiodi ex vicepresidente Castiglione ed ex assessore Gatti

next