Roberto D’Agostino, ospite de ‘La Confessione‘ di Peter Gomez stasera alle 22.30 su Nove, svela i retroscena della storica rissa tv con Vittorio Sgarbi durante la puntata dell’Istruttoria di Giuliano Ferrara nel 1991 (su Italia1). “Ad un tratto lei si alzò e gli diede un ceffone. Come andò?”, chiede il giornalista. “Ferrara ci mise uno contro l’altro e ovviamente io da ex balbuziente non potevo competere con Sgarbi, perché lui aveva una parlantina travolgente – spiega il fondatore e direttore del sito Dagospia – Quando alla fine ero messo con le spalle al muro dissi: ‘Scusi, ma lei è professore di cosa? Tre volte ha fatto gli esami e tre volte è stato bocciato. Lui saltò sulla sedia infuriato – aggiunge il giornalista e scrittore -, io ho continuato a fare quel gioco retorico: tre volte, tre esami, tre bocciature. Lui non sapeva come contenere la sua ira, prende un bicchiere d’acqua e me la tira in faccia. Io ho perso la testa e in quel momento ho preso la bottiglia per spaccargliela in testa”. “Io sono sempre stato un grande picchiatore e gliela volevo spaccare in testa, lui mi prende la bottiglia – conclude D’Agostino -, mollo la bottiglia e con la mano sinistra, a favore di telecamera, gli allento uno schiaffo che gli volano via gli occhiali”.

Prima dell’intervista a D’Agostino, ci saranno le interviste ad Adriano Pappalardo (21.25) e Costantino Vitagliano alle 22

“La Confessione” (programma di Loft Produzioni per Discovery Italia) è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.