Un uomo si appresta a friggere un pesce gatto, ma l’animale sembra avere sette vite come il suo compare felino. Immerso nell’olio il pesce inizia a dibattersi come fosse ancora vivo, costringendo il cuoco a togliere la padella dal fuoco. La spiegazione scientifica più plausibile è che le cellule nervose del pesce abbiano reagito al sale nell’impanatura, inviando stimoli elettrici ai muscoli che lo hanno fatto guizzare come quando era in natura

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La rivincita dei più deboli: ecco come questi cuccioli di lontra riescono a salvarsi dal giaguaro. Il predatore costretto a fuggire

next
Articolo Successivo

Spavento e risate, blitz di pellicani alla laurea durante la cerimonia dell’università di Pepperdine

next