Dieci passeggeri del treno regionale Savona-Torino sono rimasti leggermente feriti a causa dello svio di alcune carrozze, avvenuto poco prima delle 13 nel tratto Trinità-Sant’Albano, in provincia di Cuneo. Secondo Rete Ferroviaria Italiana, l’incidente sarebbe stato provocato dalla presenza di una gru privata sui binari che ha urtato “il locomotore e due carrozze”.

A causa dell’urto, scrive Rfi in una nota, “il treno è sviato” (cioè è finito fuori dalla sede dei binari, senza deragliare) nei pressi della fermata di Trinità. “La gru privata – scrive ancora Rete Ferroviaria – stava effettuando lavori esterni alla linea ferroviaria”.

Sul posto ci sono soccorritori e forze dell’ordine. Il treno, un regionale veloce, era partito alle 11.30 da Savona e l’arrivo a Torino Porta Nuova era previsto per le 13.35. La tratta ferroviaria tra Fossano e Mondovì è stata momentaneamente interrotta per permettere i soccorsi dei passeggeri.

“Abbiamo visto la morte in faccia”, racconta una delle persone che si trovava a bordo. “Abbiamo sentito una forte botta, è stato terribile”, racconta l’uomo subito soccorso insieme agli altri passeggeri delle forze dell’ordine intervenute sul posto.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, campo rom da sgomberare ma i vigili sbattono contro la solidarietà. Così la Coop fa saltare il piano del comune

next
Articolo Successivo

Treno fuori dai binari nel Cuneese, passeggeri: “Abbiamo visto la morte in faccia”. Feriti lievi e linea interrotta

next