“E’ complicato ritornare al voto con questa legge elettorale. Poi che fai? Si ricomincia? Certo il M5S non teme il voto, ma mi auguro che si possa trovare una soluzione. Altrimenti quando si approvano le leggi di cui il paese ha bisogno? Tra due anni? Il Paese non può permetterselo”. Lo ha detto Alessandro Di Battista a un incontro al Festival di Giornalismo di Perugia.

Poi si rivolge anche al Pd sulla questione del reddito: “Parliamo anche con il Pd, che ci sta a buttare giù un contratto di lavoro con dei punti programmatici seri per risolvere i problemi dei cittadini? Lo dico in maniera disinteressata, io non mi sono neanche candidato”. E sulla riforma della giustizia taglia corto: “Ma posso fare la riforma della giustizia con Berlusconi?”. E ribadisce il concetto: “Questo popolo si deve svegliare”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mandato per governo a Casellati o Giorgetti? M5s resta irremovibile sul No a Forza Italia e Berlusconi

prev
Articolo Successivo

Consultazioni: finirà che il Pd, il partito del ‘fate voi’, cederà

next