“La strada è semplice: noi vogliamo dialogare con tutti, eccezion fatta del Pd. Se gli altri non ci stanno le vie sono due: o andiamo al voto dove penso potremo vincere da soli superando chi pone veti e fa capricci, oppure, come extrema ratio, andiamo da soli, ci facciamo carico noi della situazione”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini presentando il candidato sindaco di Terni. “Il centrodestra deve dialogare coi secondi arrivati sia a Terni che in Italia, se i secondi arrivati ci stanno a ragionare, a mettere giù un programma e a essere responsabili, se ce la fanno a smettere di dire ‘no, no no, io, io, io’ bene, si parte. Altrimenti, escludendo un accordo contro natura Pd-Cinque stelle, le vie sono solo due: o le elezioni, dove sentendo l’aria che tira vinciamo da soli e non abbiamo più il problema di dover ascoltare, incontrare e sottostare a veti e a capricci, oppure, extrema ratio, ci facciamo carico noi di tutti”. A chi gli chiede se punta a cercare i voti in parlamento, replica sorridendo: “Io non faccio il cercatore d’acqua… Vale quello che ho detto”. Poi continua: “L’ultima delle cose che ci spaventa è tornare dagli italiani a chiedere il consenso per governare senza scendere a patti con nessuno”. E conclude: “Io mi metto a disposizione del Paese e della squadra, spero che anche gli altri interlocutori, ovviamente non il Pd, ma i 5 stelle dimostrino che hanno voglia di governare realmente, perché se invece andranno a dire ‘no no’ a porre veti e fare capricci vuol dire che non hanno voglia di governare questo paese e quindi noi siamo in grado di farlo anche da soli se del caso”.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Governo, dal pre-incarico al mandato esplorativo: Mattarella pronto al pressing sui partiti per rompere i veti incrociati

next
Articolo Successivo

Consultazioni, sul nuovo governo Di Maio e Salvini dovrebbero fare un passo indietro

next