La squadra di governo la prossima settimana, la chiusura della campagna elettorale a piazza del Popolo a Roma con Beppe Grillo. Luigi Di Maio, candidato presidente del Consiglio per il Movimento 5 stelle, ha annunciato con un video su Facebook che la tanto attesa lista dei ministri dell’ipotetico esecutivo M5s è quasi pronta. “Sono entusiasta della squadra che stiamo costruendo e delle persone che stanno dando la loro disponibilità: sono un patrimonio di tutta l’Italia”, ha detto. E ha aggiunto: “Chiuderemo la campagna elettorale con Beppe, Alessandro e tutti i candidati, venerdì due marzo a Roma, in piazza del Popolo”.

Di Maio si è poi rivolto ai sostenitori 5 stelle: “Siete i nostri soli e unici azionisti e a voi renderemo sempre conto. Io sono molto fiducioso perché sento che l’onda sta montando. I nostri candidati, le nostre super competenze, sono nel territorio a raccontare il programma ai cittadini. Alessandro sta girando l’Italia con un camper, io sto facendo un Rally da due mesi con un pulmino. Tutte le nostre energie le stiamo spendendo per questo e lo possiamo fare grazie al sostegno dei liberi cittadini che ci hanno donato quasi 700.000 euro“.

Il leader M5s ha anche detto che la vera sfida non è più, secondo lui, con il Pd ma con Berlusconi. “Il centrosinistra è fuori dalla campagna elettorale: è un partito di impresentabili. Lo sanno da tempo di essere fuori combattimento e quindi hanno fatto una legge elettorale per avvantaggiare il centrodestra. Nel singolo collegio la partita è fra noi e la coalizione di Berlusconi, perché anche votare Pd è votare Berlusconi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, Renzi: “Pagati per stare a casa a far nulla”. La Voce: “È falso, nella proposta del M5s diversi obblighi”

prev
Articolo Successivo

Boschi candidata a Bolzano, l’ira di Bizzo: “Pd sottomesso alla Svp, ha asfaltato la comunità di lingua italiana in Alto Adige”

next