“Servirebbe un’immigrazione più disciplinata, non a cancelli aperti, tutti quanti come pare a loro”, “La manifestazione di ieri? Una stupidaggine. Non serve a niente. È stato esagerato un fatto, a Roma ci si spara tutti i giorni e non c’è tutto questo clamore”. Il giorno dopo il corteo antifascista che, dopo un tira e molla istituzionale per l’autorizzazione, ha sfilato pacificamente per le strade della città blindata, Macerata fa il punto della situazione. “Ovviamente la violenza è sempre da condannare, però i problemi vanno ascoltati. L’immigrazione deve essere affrontata diversamente, la reazione di Luca Traini lo sottolinea”. A parlare di “manifestazione di civiltà”, svoltasi con “tanto buon senso”, è invece don Pier Giorgio Copparo della Chiesa del Sacro Cuore, una delle poche ancora aperte dopo il terremoto del 2016. “Da noi non vedo ideologie di stampo fascista in tempi recenti, ma fa un po’ discutere la presenza massicci di immigrati. Non si tratta di chiusura ma di un atteggiamento critico da parte di alcune fasce della popolazione, da un lato c’è l’esigenza di accoglierli, dall’altro spesso mancano i mezzi. In ogni caso non si tratta di una condanna per il fatto che siano stranieri”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napoli, carabinieri sequestrano banconote false per 41 milioni. Arrestato un uomo

prev
Articolo Successivo

Cagliari, a fuoco auto della sindaca di Villacidro per la seconda volta. “Siamo lasciati soli”

next