Uno degli spot andati in onda durante la pausa del Super Bowl americano (è uno degli spazi pubblicitari più ambiti al mondo dalle aziende, che per l’occasione producono pubblicità di alto valore con grandi nomi come testimonial) è quello del Ram 1500 della Fca. L’azienda automobilistica ha scelto come voce narrante un discorso di Martin Luther King, il leader del movimento per i diritti civili ucciso a Memphis nel 1968. Per questo lo spot non è stato accolto da tutti allo stesso modo, e sul web si è scatenata la polemica

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Super Bowl 2018, trionfano gli Eagles: tifosi in delirio a Philadelphia

prev
Articolo Successivo

Benevento-Napoli 0-2, nel derby campano si tifa per ventidue (più arbitro e guardalinee)

next