Sulle battaglie del Partito Democratico Pier Ferdinando Casini c’è stato e ci sarà. Parola di Matteo Richetti. “Errani è un amico che rispetto e sa che stanno arrivando risultati con l’azione del governo di centrosinistra di questi anni, risultati di battaglie che sono nostre, e Casini era al nostro fianco a farle e sarà al nostro fianco a farle per i prossimi 5 anni. Nessuna polemica ma andiamo avanti con coerenza con quegli alleati che condividono le proposte da fare agli italiani”, ha risposto il parlamentare dem, commentando la frase di Vasco Errani (candidato di LeU e presidente della Regione Emilia-Romagna per quasi 3 mandati) sulle “radici” che “non sono acqua”, pronunciata rispetto alla candidatura dell’ex leader dell’Udc a Bologna.

“Auguriamo buona campagna elettorale e buon lavoro proficuo a Errani – aggiunge Richetti – proprio perché le radici non sono acqua non dovrebbe avere dubbi su dove sono le sue che, secondo me, stanno con i piedi nel centrosinistra che è quello che in questi anni si è battuto per aumentare i redditi delle pensioni”.

Prima di Errani era stato Enrico Rossi a criticare la candidatura dello storico esponente democristiano: “Ieri sera ero in Emilia – aveva detto il governatore della Toscana – sono sceso dall’aereo proveniente da Bruxelles: Casini candidato a Bologna, poi andando verso Reggio Emilia si trova Modena e la Lorenzin (Beatrice, ministro della Salute, ex Ap, ndr) è candidata a Modena. Mi sono chiesto: ma non eravamo una volta in quella che si chiamava l’Emilia rossa? Io penso che questo farà riflettere molte persone di sinistra che sono deluse da questo Pd”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Elezioni, Grasso: “Di Maio? Inaffidabile, ha posizioni ondivaghe. Mio modello? Piersanti Mattarella”

prev
Articolo Successivo

Renzi: “No a promesse”. Programma Pd: crollo debito, un milione di posti di lavoro e treni gratis ai disoccupati per 6 mesi

next