“Mi sono data un sette e mezzo per il lavoro fatto e lo confermo: continuiamo a trovare cadaveri dietro ogni porta che apriamo”. Sono le parole della sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervistata da Massimo Giletti nella trasmissione Non è l’arena (La7). La prima cittadina M5s smentisce l’allontanamento di Beppe Grillo dal movimento: “Certo che ci sentiamo, ogni giorno s’inventano qualche storia. Stiamo andando avanti più compatti di prima. Siamo assolutamente coesi e stiamo lavorando moltissimo sui programmi”. E rifila una stoccata al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, al segretario del Pd, Matteo Renzi, e al ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan per via delle loro critiche alla sua amministrazione: “A me vien un po’ da ridere, perché tutti questi ‘competenti’ sono quelli che chiudono gli ospedali, aumentano le tasse, le imposte, il gas, l’elettricità. Noi che siamo gli ‘incompetenti’ apriamo gli asili nido, abbiamo iniziato a rifare le strade. Anzi, vi do una notizia in anteprima – continua – Venerdì in giunta abbiamo votato una delibera per acquistare da qui a tre anni 600 nuovi autobus. Grazie ai ‘competenti’ abbiamo trovato un’azienda che doveva circolare con 1800/2000 bus al giorno e ne uscivano mille. Noi li abbiamo portati a 1.200, è ancora poco, però ci stiamo lavorando”. Raggi, infine, si pronuncia sul capitolo ‘rifiuti’ e con una certa veemenza difende il suo operato

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Scuola senza bocciature, la prof Agnese Renzi: “Ho bocciato, ma con affetto. Lo capiscono che è per il loro bene”

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Nardella (Pd) vs Fassina (LeU): “Dite no a Gori e aprite al M5S”. “Noi argine alla destra, dovreste ringraziarci”

next